12 benefici in una sola postura:                                 Urdhva Mukha Svanasana, la posizione del cane a testa in sù

12 benefici in una sola postura: Urdhva Mukha Svanasana, la posizione del cane a testa in sù

La vita quotidiana richede continuamente che si facciano flessioni in avanti.
Basti pensare ad allacciarsi le scarpe, prendere oggetti dal pavimento, lavorare al computer e tanto altro.
Qualsiasi flessione in avanti tende a far assumere alla spina dorsale una posizione curva non naturale ed a far chiudere il petto.
Questi due problemi apparentemente lievi sono peggiorati dal fatto che ci si piega in avanti in modo sbagliato usando la vita e non le anche.
Il miglior modo per eliminare tutti i problemi causati dai piegamenti in avanti scorretti, è una pratica regolare delle flessioni all’indietro.


“Lo yoga è la fonte della giovinezza. Più la tua schiena è flessibile, più sei giovane”

  • la colonna vertebrale diventa più flessibile
  • se si hanno deviazioni dei dischi vertebrali vengono corretti e riportati nella loro posizione originale.
  • il petto viene sia allungato che aperto. Questa apertura si ripercuote sui polmoni che si aprono notevolmente. Questo effetto è terapeutico per l’asma.
  • riequilibra il chakra del cuore, il quarto centro energetico.
  • la tiroide ne trae benefici
  • stress e fatica vengono ridotti.
  • aiuta ad alleviare la sciatalgia.
  • i reni vengono stimolati grazie ad un aumento dell circolazione in quella zona
  • le lievi forme di depressione scompaiono.
  • le spalle e le braccia vengono tonificate.
  • i muscoli dorsali e del collo vengono rafforzati. Molti dolori come il torcicollo scompaiono con il tempo.
  • gli organi addominali vengono stimolati in quanto c’è una maggiore irrorazione sanguigna. Questo porta ad un miglioramento dell’attività digestiva.
4 motivi per praticare le posizioni invertite

4 motivi per praticare le posizioni invertite


– Favoriscono l’ascesa della kundalini

Dal punto di vista energetico mettersi a testa in giù fa bene in quanto viene favorita l’ascesa di Kundalini, la nostra energia spirituale, verso i chakra superiori.
Kundalini è l’energia spirituale che giace latente, in attesa di essere risvegliata, e si trova alla base della colonna vertebrale.
Lo scopo ultimo dello yoga è proprio quello di risvegliare e far risalire questa potente energia verso i chakra superiori fino a raggiungere l’ultimo chakra alla sommità del capo.
Una volta raggiunto il chakra della testa (sahasrara), si raggiunge lo stato di beatitudine o di illuminazione, chiamato Samadhi.

– Rallentano il processo di invecchiamento

Nel nostro 7° chakra (sahasrara) risiede anche il Soma o Amrta, ossia il liquido dell’immortalità.
Questo potente elisir, partendo dalla sommità del capo, scende nella gola attraversando il 5° chakra (vishuddha), per poi continuare il suo percorso fino ad essere divorato dal fuoco di Manipura chakra, il centro energetico del plesso solare che si trova all’altezza dell’ombelico.
Le posizioni invertite hanno la particolarità di interrompere questo processo, in quanto si oppongono alla forza di gravità, impedendo al liquido di scendere e di essere consumato dal fuoco di Manipura.

favoriscono il ritorno venoso e linfatico

La circolazione venosa svolge un ruolo fondamentale nella purificazione del sangue, in quanto ha il compito di raccogliere il sangue carico di anidride carbonica e di scorie del metabolismo e di ricondurlo, passando attraverso fegato e reni, al cuore e in seguito ai polmoni, dove viene filtrato dall’anidride carbonica e rifornito di  ossigeno.

Il sistema linfatico invece, svolge una importantissima funzione di drenaggio, e rappresenta, per così dire, un sistema di circolazione parallelo a quello venosa, in quanto si occupa di trasportare la linfa, un liquido composto da materiale di scarto, globuli bianchi, proteine, grassi ed altre sostanze che vengono veicolate agli organi di depurazione (fegato, reni, polmoni, linfonodi).

La linfa deve risalire dalle gambe verso l’alto, in direzione degli organi di depurazione, però, a differenza del sistema circolatorio venoso, dove il ritorno è favorito dall’azione di pompaggio del cuore, questa azione avviene grazie alla contrazione dei tessuti.

Deve quindi combattere la forza di gravità, ed è facile comprendere come, a causa di una eccessiva immobilità, dovuta magari ad una vita sedentaria, questa azione muscolare viene meno, e quindi la linfa tende a ristagnare nei tessuti, specialmente nelle gambe.

Il vantaggio delle posizioni invertite è quello di favorire sia il ritorno venoso che quello linfatico verso gli organi di depurazione.

– permettono di sviluppare un maggiore potere di concentrazione e di aumentare la resistenza fisica, sviluppando la capacità di sostenere grandi sforzi senza affaticarsi


Tutto questo accade perché quando ci troviamo a testa in giù, e quindi la testa si trova più bassa rispetto al livello del cuore e delle gambe, invertiamo l’azione della gravità sul nostro intero organismo.

Le inversioni, infatti, apportano un ricco afflusso di sangue ossigenato al cervello, lasciandoci una piacevole sensazione di freschezza mentale e stimolano le funzionalità della ghiandola pituitaria, facendola funzionare in modo più efficiente.

Poiché questa ghiandola si preoccupa di secernere ormoni e di svolgere importanti funzioni di controllo di numerosi organi, tra cui la tiroide e gonadi (ovaie e testicoli) tutto ciò, ha un effetto positivo sui processi metabolici.

Una pratica costante delle posizioni capovolte, quindi, contribuisce ad un buon funzionamento del sistema ormonale del corpo e poiché gli ormoni (noi donne lo sappiamo bene :)) ) hanno un’influenza notevole sul nostro umore, praticare le invertite porta anche equilibrio e tranquillità mentale, determinando un effetto positivo anche sul modo di pensare.

In più, quando il corpo entra in un asana capovolta, il respiro diventa lento e profondo, agevolando lo scambio tra anidride carbonica ed ossigeno, favorendo così, la corretta respirazione.


La sfida!!!!

La sfida!!!!

30 classi in 30 giorni


Il 21 marzo arriva la primavera.
Ti senti pronto per la nuova stagione?

La tua mente e il tuo corpo hanno bisogno
di concentrazione e centratura perché ogni inizio
va accolto con il benessere psico-fisico giusto!
Saremo pronti a vivere delle giornate sempre più lunghe, dopo essere usciti dalla morsa del buio sia fuori che dentro di noi.

Non è magnifico? Prepariamoci a questo evento!

Pratica 30 classi in 30 giorni
dal 20 febbraio fino al 21 marzo Ci vogliono circa 30 giorni per formare una nuova abitudine: prova ad inserire lo yoga nelle tue attività quotidiane per rafforzare corpo e spirito. Datti la possibilità di provare l’effetto positivo che può avere una pratica costante sulla tua vita.

Tutto quello che devi fare è decidere, impegnarti e cogliere l’occasione per vivere un’esperienza davvero rigenerante.

4 step per raggiungere il tuo obiettivo

  • Visualizza i tuoi obiettivi
  • Celebra le piccole vittorie quotidiane
  • Tieni traccia dei progressi sula nostra Challenge Board
  • Vivi la sfida un giorno alla volta

Prenota la tua lezione al link http://www.bikramyogatruelove.it/orari

YOGA E SPORT:                        5 motivi per cui praticando yoga migliorano le  tue performance sportive

YOGA E SPORT: 5 motivi per cui praticando yoga migliorano le tue performance sportive

Se hai sempre pensato che lo yoga è una perdita di tempo ecco perché dovrai ricrederti e iniziare a praticarlo, soprattutto se già pratichi uno sport.

  • Ti insegna a prendere coscienza del tuo corpo
    inizierai a capirlo e ad ascoltarne i messaggi, cosa importantissima in tutti gli sport
  • Ti aiuta a mantenere elastici i muscoli e, se effettuati prima della corsa, scongiuri il rischio di strappi e stiramenti, prevenendo gli infortuni, mentre le sessioni post-allenamento favoriscono il miorilassamento
  • Migliora la capacità di concentrazione e focalizzazione dell’obiettivo,  rendendo il naturale sforzo fisico, connesso all’esercizio di un’attività sportiva, meno gravoso da sopportare
  • Abbrevia i tempi di recupero post-allenamento bilanciando l’attività del sistema nervoso e favorendo il lavoro del sistema parasimpatico, deputato a stimolare la digestione, il riposo e la quiete. Questa parte del sistema nervoso autonomo, inoltre, si occupa anche della corretta gestione dell’energia e riequilibra la frequenza  cardiaca 
  • aiuta ad eliminare ansie e paure derivanti dall’attività sportiva, come l’ansia da prestazione per la competizione.

Cosa aspetti a provare questi e molti altri benefici del Bikram Yoga!!!!

Prenota ora la tua lezione http://www.bikramyogatruelove.it/orari 

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/bikramyogatruelove

o su Instagram Bikram Yoga True Love

3 motivi per cui Bikram Yoga fa dimagrire

3 motivi per cui Bikram Yoga fa dimagrire

Il potere dello yoga al caldo

  • Stimoli il sistema metabolico  

Attraverso la ripetuta pratica della sequenza studiata dettagliatamente , la successione di compressioni ed estensioni della tiroide e paratiroide permette la regolarizzazione del funzionamento del sistema metabolico con la conseguente riduzione di peso, qualora necessario.

  • Bruci fino a 500 calorie

La sequenza in piedi è studiata in modo che ogni postura è propedeutica alla successiva sia a livello posturale che a livello cardiovascolare, arrivando a picchi di lavoro aerobico fino a 120/130 battiti al minuto

  • Elimini le tossine e i liquidi in eccesso

Il calore prodotto dall’interno, coadiuvato dal calore dell’ambiente esterno, aumenta la temperatura del corpo, permettendo di aumentare la sudorazione ed eliminare le tossine superficiali ma soprattutto quelle profonde negli organi interni, grazie alla stimolazione degli stessi durante le asana.

Cosa aspetti a provare questi e molti altri benefici del Bikram Yoga!!!!

Prenota ora la tua lezione www.bikramyogatruelove.it/orari

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/bikramyogatruelove

o su Instagram Bikram Yoga True Love

3 semplici passi per raggiungere i tuoi obiettivi sul tappetino e nella vita

3 semplici passi per raggiungere i tuoi obiettivi sul tappetino e nella vita

Il barattolo dei sankalpa

Cos’è un sankalpa?

Sankalpa è una parola sanscrita che letteralmente significa proposito, desiderio o più specificatamente Intenzione, è la convinzione di poter realizzare ciò che la mente si propone. È una pratica molto interessante. Devi pensare come ad un’idea, che si forma nella mente e prende dimora – e forza – nel cuore.
Secondo la visione yogica, ad una lettura di tipo simbolica, la mente è collocata proprio nel cuore, e questo fa sì che la tua intenzione lavori direttamente al di là della mente. Ma un Sankalpa è una intenzione, che può essere ridefinita anche prima o all’inizio di qualsiasi pratica yogica, prima della meditazione, o addirittura all’inizio di un nuovo giorno. L’idea di esprimere un sankalpa è quello di creare la vita che siamo destinati ad abbracciare e godere. Lo scopo è quello di trasformare la propria vita fisicamente, mentalmente, emotivamente e spiritualmente.


Spesso facciamo intenzioni a inizio anno che cercheremo di portare a compimento per migliorare la nostra vita per l’anno nuovo. Queste intenzioni del nuovo anno spesso falliscono perché li facciamo in maniera superflua, nello specifico vengono fatte tramite l’intelletto ma quando esprimiamo un’ intenzione con l’intelletto, raramente porta ad un risultato
Quando il sankalpa è praticato su una mente calma e rilassata, viene impresso al di là di essa, in quel luogo da dove sorgono i pensieri, che raggiungiamo anche tramite la meditazione.
Cosi noi piantiamo il seme del nostro sankalpa a livello profondo del nostro essere fino alla radice dell’ anima, sapendo che quando sarà il momento giusto, nei tempi divini, questo sarà realizzato. Ma tranquilli … inizierà a lavorare da subito, come un seme che cresce al di sotto della terra, prima che spunti il germoglio noi non vediamo niente , ma non significa che il seme non stia già crescendo.

– Procurati un barattolo di vetro e dagli l’aspetto di un vaso magico

Poiché tutto questo lavora a livello inconscio. Possiamo disegnarci dei fiori, cuori, simboli particolari. Un fiocco attorno al barattolo, decoralo con etichette colorate o con carta da regalo

-Scrivi i tuoi obiettivi e riponili nel barattolo

Inizia a scrivere i tuoi obiettivi; ti consiglio di scriverne a breve, medio e lungo termine; e mentre li scrivi senti la tua energia aumentare,
senti dentro e fuori di te una piacevole frenesia, come quella che provano i bambini quando si divertono.

-Nutri il tuo sankalpa e registra i progressi raggiunti

E adesso arriva la parte più importante! Conserva il tuo barattolo dei desideri in un posto a te caro o anche qui al centro yoga, dove potrai osservarlo. Trova ogni giorno, la mattina appena sveglio e la sera prima di addormentarti il tempo di portare attenzione ai tuo obiettivi e pensali con amore. Chiediti come ti senti rispetto alla loro realizzazione e quali sono i passi che stai compiendo. Anche nei momenti in cui ti sembreranno irrealizzabili o ancora li vedrai lontani, non smettere di credere in loro. Non abbatterti, ma rialzati ogni volta da quella caduta. Tieni sotto controllo i progressi raggiunti e memorizzali in tutte le cellule del corpo!!! Imparerai a sviluppare nuove qualità come la fede, la fiducia, la speranza, la forza di volontà e la determinazione. Prima della tua pratica è un ottimo momento per riportare mente e cuore ai tuoi desideri e dare loro la forza di crescere!

“Il modo in cui immaginiamo la nostra vita determina inevitabilmente il nostro futuro”

Perché iniziare a fare yoga?

Lo yoga non cambia solo il modo di guardare le cose, ma trasforma anche la persona che le guarda.

B.K.S. IYENGAR

Benvenuti nel mondo dello yoga!

Forse vi siete avvicinati per sentirvi più forti o più flessibili o magari per allentare la morsa dello stress. Comunque sia, sempre più persone si avvicinano a questa pratica che affonda le radici in tradizioni e testi indiani millenari

Lo yoga comprende posizioni, tecniche di respirazione, meditazione e principi etici. Se da un lato, questa disciplina è in continua evoluzione, dall’altro il concetto fondamentale secondo cui lo yoga unisce corpo mente e spirito rimane invariato.

Iniziando a praticare si notano subito una serie di benefici, dalla riduzione dello stress ad una migliore forma fisica, ad un aumento della flessibilità e della forza. lo yoga consolida la capacità di gestire lo stress fisico e mentale e la fiducia necessaria ad affrontare ciò che viviamo, indipendentemente dalla situazione in cui ci troviamo. Chi lo pratica ha la probabilità di migliorare del 20% la sensazione di benessere fisico e mentale, provando una maggiore lucidità mentale.

I benefici per la salute fisica e mentale sono reali. Oltre il 90% delle ricerche recenti sullo yoga ha rilevato che questa disciplina ha un impatto positivo sulla salute. (La guida allo yoga della Harvard Medical School)


Il linguaggio yogico del corpo

Il linguaggio yogico del corpo

Viaggio alla scoperta della lingua più parlata

e meno conosciuta

con Jivan Shakti Kaur

Il corpo è il nostro più grande mezzo di comunicazione.
E sta costantemente parlando di noi. A noi e a gli altri.
Tutte le nostre esperienze sono infatti memorizzate nelle nostre cellule, nelle fibre più profonde dei nostri muscoli.
Non importa cosa stiamo dicendo a parole, ma come lo diciamo, e se la
comunicazione verbale e quella fisica sono in sintonia.
Perché è proprio quando non lo sono che nascono i conflitti e si rompono le relazioni. E, nella maggior parte dei casi, noi non sappiamo neanche il perché.
Ad ogni nostro blocco (fisico, emozionale, mentale o psicologico)
corrisponde una reazione riflessa nel corpo (la nostra memoria più profonda).
Conoscere il significato di questo riflesso, e di cosa sta parlando, diventa
la chiave per liberarci dal nostro passato. Il modo per pulire e rendere
coerente la nostra comunicazione, e la nostra stessa esistenza, con quello che realmente siamo.
Utilizzando l’antica saggezza del Kundalini Yoga, faremo una traduzione simultanea, yogica, del linguaggio del nostro corpo: dai gesti alle emozioni, dalle posizioni ai sentimenti.
Saremo così in grado di comprendere meglio noi stessi e gli altri.


“Non è importante quello che dici, ma è importante quello che chi ascolta sente quando tu parli.
È importante in che modo l’orecchio interno invia il segnale e se il
linguaggio del corpo è correlato.
Se il linguaggio del corpo e le tue parole dicono lo stesso, l’altro lo sente… in modo chiaro e capirà perfettamente.”
Yogi Bhajan


Dove
Via Emilio Praga, 49
00137 Roma
Dalle 10 alle 18
Costo €.190

Informazioni & Prenotazioni
info@bikramyogatruelove.it

E’ necessaria la prenotazione.

Workshop Yoga: Il chakra del Cuore

Workshop Yoga: Il chakra del Cuore

Workshop Yoga: Il chakra del cuore

Aprire il torace e ammorbidire la corazza che chiude il petto

Quando ho studiato il linguaggio del corpo, mi è stato insegnato che spingere le spalle all’indietro ed il petto in fuori è sintomo di sicurezza nell’affrontare una determinata situazione, in quanto viene esposto il torace come parte vulnerabile, mentre curvare le spalle all’interno coprendo il torace e il collo in segno di difesa, denota un senso di insicurezza.

Il centro del nostro petto è un punto particolarmente “prezioso” e inconsciamente ognuno di noi lo sa bene; ecco perché istintivamente tendiamo a proteggerlo, chiudendoci.

Nello Yoga tutti hanno sentito parlare del Chakra del Cuore, Anahata Chakra, che è situato al centro del petto, nella regione cardiaca, ed è il centro dell’intero sistema dei Chakra. Per la sua posizione, ma anche per la sua funzione è il Chakra attorno a cui “ruotano” tutte le funzioni fisiche ed energetiche dell’uomo, costituisce il punto di transizione e di collegamento fra i tre Chakra inferiori e i tre superiori. (altro…)

Solstizio d’estate. 30 DAY CHALLENGE. Fai entrare più luce dentro di te.

Solstizio d’estate. 30 DAY CHALLENGE. Fai entrare più luce dentro di te.

Tra pochi giorni inizierà l’estate.

Ti senti pronto per la nuova stagione?

La tua mente e il tuo corpo hanno bisogno

di concentrazione e centratura perché ogni inizio

va accolto con il benessere psico-fisico giusto!

Il 21 giugno, quando il Sole raggiungerà il punto più settentrionale del suo percorso,

avremo il massimo numero di ore di luce in un solo giorno.

Non è magnifico? Allora prepariamoci a questo evento!

30 DAY CHALLENGE!!

(altro…)